IL FOGLIO VISITA IMMOBILIARE. COSA COMPORTA?

21 Giugno 2021
21 Giugno 2021 barbaramattei

IL FOGLIO VISITA IMMOBILIARE. COSA COMPORTA?

 

Il Foglio di visita immobiliare crea spesso dei qui pro quo tra agenzia e cliente. Questo capita perché c’è poca chiarezza e trasparenza. Spesso l’agente non spiega al meglio che si tratta di un foglio di visita vero e proprio dove ci si prende un impegno, cioè quello di riconoscere allo stesso agente il suo compenso economico, se l’affare dovesse andare in porto.

Dall’altra parte, molti ipotetici clienti, fanno finta di non aver capito per evitare di dover pagare un corrispettivo in denaro per una transazione immobiliare che si va a sommare ai costi di un affitto o compravendita. Insomma, la verità sta nel mezzo e questo spesso comporta contenziosi anche pesanti che possono finire in tribunale. Infatti, bisogna sempre farsi spiegare al meglio che tipo di un buon agente immobiliare documentazione si va a firmare. É bene porre tutte le domande del caso a chi abbiamo di fronte sia che si tratti dell’agente immobiliare sia che si tratti di chi visita un immobile. Dal canto suo, un , non cadrà in errore e spiegherà chiaramente di cosa si tratta.

Il foglio visita immobiliare serve all’agente per dimostrare formalmente che il compratore ha visitato l’immobile grazie al suo operato e quindi se quest’ultimo comprerà l’immobile dovrà corrispondere la provvigione.

Ricordiamo infatti che a livello legislativo il lavoro del mediatore ha come scopo quello di mettere in relazione due o più parti, con le quali non ha rapporti di dipendenza mandato o rappresentanza, al fine di concludere un affare.

E’ quindi anche una tutela del professionista contro eventuali persone scorrette che dopo aver sfruttato il suo lavoro per vedere la casa provano a scavalcarlo contattando direttamente il proprietario.

Qualcuno sostiene che serve anche al candidato compratore per dimostrare che magari ha visto l’immobile prima di qualche altro pretendente. La realtà pratica è che “vince” chi si mette seduto per primo a scrivere una proposta di acquisto. Nonostante non ami questi tanti decantati moduli, questo è quello che succede nel 90% dei casi.

 

Lo ha firmato vostra moglie in una visita singola? Vale anche per voi, per vostro figlio e per persone o aziende a voi strettamente riconducibili.

Dal punto di vista temporale la validità è di un anno, ma subentrano molte variabili che possono derogare questa affermazione legislativa.

E’ ovvio che eventuali diatribe sui diritti creati dal foglio visita immobiliare devono sempre tenere in considerazione l’aspetto di lealtà e buona fede.

Comportamenti atti ad un mero risparmio sulla provvigione hanno molta meno valenza di altri legati ai diritti dei consumatori. Ad ogni casistica, la propria linea.

 

Nello specifico, il foglio immobiliare attesta la visita, in quel determinato giorno ed ora, indicando i dati anagrafici di chi visita e il nome dell’agente che si è preso carico della stessa. É una sorta di presa visione, possiamo considerarla una forma di tutela da parte dell’agente immobiliare che vuole garantirsi il diritto di prelazione su altri dal momento che si è impegnato nell’affare prima di altri colleghi. Infatti, basterà leggere il foglio per vedere la formula dove viene specificato che se la persona che ha visto un appartamento, riuscirà a prenderlo in affitto o a comprarlo, dovrà versare la provvigione all’agenzia.

Alcuni mediatori poco seri fanno firmare il foglio visita immobiliare, magari con tanto di aliquota della provvigione, spacciandolo come informativa privacy.

Quest’ultima deve si essere fatta firmare dal professionista durante la visita per autorizzazione al trattamento dei dati personali, ma è tutta un’altra cosa.

Un’agenzia immobiliare ha sempre il dovere della trasparenza e della corretta informazione. Purtroppo eventuali mancanze in questo senso sono difficilmente dimostrabili in sede di eventuali discussioni, quindi attenzione all’atteggiamento.

 

SI DEVE FIRMARE PER FORZA?

Certo che no. Nessuno può obbligare ad una firma. La cosa migliore è leggere con calma tutto ed evidenziare gli eventuali punti su cui si è titubanti. Bisogna anche tener presente che, se si vuole vedere un immobile, è perché si vuole prendere un impegno serio da portare avanti fino a che non si hanno le chiavi in mano.

Questo è uno di quei motivi per i quali mediatori che lavorano sovente senza incarico di mediazione per vendita immobiliare in esclusiva vi fissano l’appuntamento a centinaia di metri dall’immobile in vendita.

Così se non firmate, non saprete mai quale è la casa sul mercato e non potrete provare a scavalcarli.

Spesso capita che la stessa persona veda lo stesso appartamento con agenti diversi e firmi più fogli di visita senza magari informare il secondo o terzo agente anche cercando di scavalcare l’operato dell’agenzia.

 

A presto e al prossimo lunedì,

 

Barbara

, , ,

PER RICHIEDERE INFORMAZIONI

Per essere ricontattato compila il modulo per avere le informazioni che ritieni utili.

FINALMENTE È POSSIBILE ACQUISTARE IL PRIMO ROMANZO SCRITTO DA BARBARA MATTEI
Un libro con una forte connotazione autobiografica che narra le vicende di una giovane donna alle prese con sua la vita … con il suo CIELO

Confrontare

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: